La ventilazione del futuro: la nuova interfaccia domotica per la VMC

La ventilazione del futuro: la nuova interfaccia domotica per la VMC

La nuova interfaccia domotica per la gestione di un impianto di ventilazione meccanica controllata proposta da Ave si integra alla domotica di Ave per garantire massima efficienza, comfort e aria salubre negli ambienti

Orientata al continuo miglioramento in termini di efficienza, risparmio energetico e comfort, Ave propone la nuova interfaccia domotica per la gestione distribuita di un impianto  di ventilazione meccanica controllata (VMC) in ambienti domestici o terziari, al fine di garantire un ambiente sano e mantenere costantemente aria salubre. Il dispositivo di interfaccia VMC ( art 441ABRV1) è in grado di comandare motori di ventilazione meccanica controllata con ingresso standard 1-10V e, se richiesto, uno o più sensori (fino ad un massimo di 6 collegati al dispositivo art. 44ABTA con indirizziconsecutivi a quello dell’interfaccia stessa), di qualità dell’aria, umidità relativa, CO2 per il monitoraggio dell’aria.

Il Bus domotico consente l’accensione e lo spegnimento del sistema di ventilazione, l’esecuzione di un ciclo di ventilazione forzato alla massima velocità e la regolazione delle tre restanti velocità dei motori:

  • “mantenimento”  e  “benessere”, in base alla presenza dell’utente
  • “ricambio d’aria” nel caso in cui eventuali sensori rilevino la scarsa qualità dell’aria presente nell’ambiente.

Con l’ausilio di un dispositivo di comando, l’utente può:

  • Accendere l’impianto inviando il messaggio “ON Ventilazione” quando l’interfaccia è in modalità “VMC disabilitata”
  • Richiamare la modalità “Ventilazione Boost”, velocità massima per un periodo di tempo definito dalla funzione configurata (da 30 secondi a 60minuti), quando l’interfaccia VMC è già in modalità “VMC Attiva”
  • Disabilitare il controllo del sistema VMC (Ventilazione assente) inviando il messaggio “OFF Ventilazione”

In base alla presenza o assenza dell’utente, il sistema entra in diverse modalità:

  • In presenza dell’utente, quando il dispositivo di “allarme” integrato 44ABTA invia un messaggio o viceversa, quando non ci sono allarmi inviati da sensori, il sistema entra nella modalità “Ventilazione Benessere”.
  • In assenza dell’utente, all’invio del messaggio di “fine allarme” , o nel caso in cui il dispositivo non sia stato disabilitato, il sistema entra nella modalità “Ventilazione Mantenimento”.

Al dispositivo possono essere associati sei sensori ambientali, le cui uscite libere da potenziale devono essere collegate ai rispettivi dispositivi di interfaccia VMC.
Quando uno o più sensori intervengono, viene inserita la modalità “Ventilazione Ricircolo” ; non appena tutti i sensori disabilitano il loro stato d’allarme il sistema torna in modalità “Ventilazione Benessere”

Tutte le interfacce associate al ricevitore (sia quella di presenza sia quelle dei sensori) sono costantemente monitorate ad intervalli di 4 min. Se uno qualsiasi dei dispositivi risulta sconnesso dal bus domotico, l’uscita analogica dell’interfaccia VMC viene portata al livello corrispondente all’utente assente, ovvero alla modalità “Ventilazione Mantenimento”.

Con l’interfaccia domotica VMC integrata al sistema domotico DOMINAPlus di Ave è possibile ottenere una soluzione dalle elevate prestazioni per il ricambio intelligente dell’aria, contribuendo ad innalzare il livello di efficienza e di comfort degli ambienti

Comunicato PDF
Scarica il comunicato stampa “La ventilazione del futuro: la nuova interfaccia domotica per la VMC” in formato PDF

Comunicato WORD
Scarica il comunicato stampa “La ventilazione del futuro: la nuova interfaccia domotica per la VMC” in formato WORD

VUOI SAPERNE DI PIÙ SUI NOSTRI PRODOTTI O SOLUZIONI?
X
×

Buongiorno

mi chiamo Roberta e sono a tua disposizione, come posso aiutarti?

× Come possiamo aiutarti?